Pomptina Palus. Un profilo storico, topografico ed economico
Pomptina Palus. Un profilo storico, topografico ed economico

Pomptina Palus. Un profilo storico, topografico ed economico del territorio pontino in età romana (IV sec. a.C. - VI sec. d.C.)

9788894158267
9788894158267
35,00 €
prezzo

Autore: Gianluca Mandatori; Anno: 2016; Pagine: 280

La presente monografia offre un prospetto topografico, economico e demografico delle Paludi Pontine in età romana, rileggendo e sovente correggendo, alla luce delle più recenti indagini archeologiche, i risultati acquisiti nell’ultimo trentennio di ricerche.

Acquista su Torrossa:   versione digitale

Tema
Archeologia romana e Topografia antica
Anno
2016
Pagine
280
Copertina
Brossura
Larghezza
17 cm
Altezza
24 cm
Peso
1.000 kg
100% secure payments
 

La presente monografia offre un prospetto topografico, economico e demografico delle Paludi Pontine in età romana, rileggendo e sovente correggendo, alla luce delle più recenti indagini archeologiche, i risultati acquisiti nell’ultimo trentennio di ricerche. Dopo aver tracciato una puntuale sintesi storica sul più problematico settore del Lazio Meridionale, incrociando i dati tramandati dalle fonti letterarie con i riscontri offerti dalle evidenze archeologiche, se ne studia distintamente l’accatastamento, confrontandolo con gli agri centuriati limitrofi, il sistema viario, con i suoi fora e le sue stationes, le difficoltà ambientali e sanitarie, legate soprattutto alla diffusione della malaria, la misura e la composizione della popolazione residente e l’economia ivi praticata, dedicando – per quest’ultimo aspetto – particolare attenzione alle colture antiche e alla loro capacità di rendita e sostentamento. Grazie alle operazioni di survey archeologico e all’indagine aerofotografica, viene ridimensionata la possibilità di individuare con certezza le tracce di una centuriazione romana e viene messa in discussione la possibilità – finora accolta – che le Paludi Pontine, prima del loro definitivo tracollo ambientale, fossero densamente popolate e significativamente produttive. I risultati ottenuti – letti congiuntamente – dimostrano come il settore acquitrinoso della Pianura Pontina, pur prestandosi a quelle forme di sfruttamento stagionale, tipiche delle aree paludose, per le sue intrinseche caratteristiche idro-geologiche, fu sempre resistente a ogni intervento antico di bonifica e risanamento.

Indice: Prefazione, Introduzione Capitolo primo: Morfologia della Pianura Pontina e caratteristiche geologiche Capitolo secondo: Preistoria e storia del territorio pontino Prima di Roma; La romanizzazione del territorio; Latium vetus e Latium adiectum Capitolo terzo: L’assetto agrario della Pianura Pontina Ager Privernas; Ager Tarracinensis; Ager Setinus; Ager Pomptinus; Le Paludi Pontine nelle fonti; L’accatastamento della Palus Capitolo quarto: Cursus publicus, strade secondarie e pertinenze La via Appia; Le stazioni della via Appia; Forum Appii; Forum Appii: le testimonianze archeologiche; Regeta; La mutatio ad Medias; Il Lucus Feroniae; La via Setina; Il Tratturo Caniò; L’area sacra: il culto e i materiali; Il sacello della tenuta Rappini; La via Pedemontana; La via Severiana Capitolo quinto: Uomo, ambiente, economia La fascia pedemontana; Il settore costiero; Lo sfruttamento della Pomptina Palus; Dinamiche di insediamento; Problematiche sanitarie e conseguenze demografiche; L’antropizzazione e il riscontro archeologico; Il Pontine Region Project; Dalla fattoria al latifondo Conclusioni, Tavole, Bibliografia

prodotto aggiunto alla lista